Home arrow Archivio Notizie arrow Stabilizzazione precari, assunzioni eccessive
NEWS
Menu
Home
Archivio Notizie
Forum
Chat
Galleria Fotografica
Galleria dei Video
Annunci e Inserzioni
Messaggeria Privata
Download
La Community
Siti amici
Contatta lo Staff
Avviso | Chiudi
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
 

Cultura e Tradizioni
La Storia
Chiese e Monumenti
I Riti Religiosi
In giro per Butera
Ricette Tipiche Locali
Utility e Svago
Giochi
Bollo Auto, Codice Fiscale
Indirizzi e Numeri Utili
Elenco Telefonico
Butera dal satellite
Mappa Stradale di Butera
Buteraweb.it TV
Attivita' Commerciali
Libro degli Ospiti
Web Radio
Atti Comunali
Chi e' online
Abbiamo 9 visitatori online
Nessun utente online



Stabilizzazione precari, assunzioni eccessive PDF Stampa E-mail
Fonte: "Giornaleonline.lasicilia.it", Ed. di Caltanissetta del 9 Ottobre 2013, pag.29

«Eccessive 8 assunzioni»
La Corte dei conti «bacchetta» la Giunta per la stabilizzazione di alcuni precari


Butera. Sono racchiuse in tredici pagine le "anomalie" amministrative che avrebbe compiuto la giunta guidata da Luigi Casisi, ed evidenziate dalla Corte dei conti. In particolare l'attenzione è concentrata sull'assunzione di otto precari.
Dopo tantissimi anni per alcuni dei precari del Comune di Butera il sogno di avere un posto fisso è stato accontentato. Una stabilizzazione avvenuta in extremis visto che il 31 dicembre, il sindaco e la sua giunta dopo aver firmato la delibera hanno brindato con gli 8 lavoratori che uscivano una volta per tutte dal tunnel dell'incertezza. Una vittoria sul campo per i precari, ma ora sono giunte le prescrizioni dalla Corte dei Conti.
"Le stabilizzazioni delle 8 unità di personale nel 2012 - scrivono il presidente Maurizio Graffeo e l'estensore Licia Centro - risultano effettuate in contrasto con la vigente normativa". Secondo i magistrati contabili infatti il 31 dicembre del 2012 poteva essere fatta una sola assunzione perché l'anno precedente, cioè nel 2011, solo una persona è andata in pensione. "Invece il Comune - precisano i magistrati - ha stabilizzato 8 unità nel 2012, in presenza di una sola cessazione nell'anno precedente". Assunzioni che hanno preoccupato e non di poco la sezione di controllo delle pubbliche amministrazioni.
Non solo precari con contratto a tempo indeterminato, ma anche l'assunzione di un istruttore contabile sarebbe avvenuta in violazione della legge. Diverse sono le anomalie evidenziate dai magistrati della Corte dei Conti; tredici pagine fitte di rilievi dei giudici contabili i quali nell'inoltrare la relazione chiedono al presidente del Consiglio comunale, quindi al civico consesso, di adoperare tutti i correttivi per evitare ulteriori "grattacapi".
E poi c'è da considerare anche le anomalie in bilancio evidenziate dalla Corte dei conti in merito alle entrate per multe e servizi. Somme previste in entrata, ma meno della metà dei soldi è giunta in realtà nelle casse comunali. E "nell'allegra gestione" dei soldi pubblici secondo i magistrati si è superato il limite per acquisto, manutenzione, noleggio, esercizio autovetture. Ora bisogna prendere la calcolatrice tra le mani e i documenti per far tornare i conti, ed i magistrati vogliono ben sapere quali sono i correttivi per evitare ulteriori conseguenze alle casse comunali. L. M.
Commenti (1)add
... : dapo1944
Mi auguro solo che i dipendenti comunali non vedano svanire nel nulla il loro sogno di stabilizzazione in pianta organica.Chi ha famiglia può capire.Se ci sia stato,poi, un errore di valutazione,di interpretazione della legge,stabilizzando questi padri di famiglia,la responsabilità è da attribuire solamente a chi ne aveva il compito.Sicuramente non era nelle loro intenzioni andare contro legge e il loro scopo era quello di aiutarli,pur sapendo che era possibile stabilizzarne solo uno e non otto.Speriamo che tutto si risolva nel modo migliore.Sta ora agli amministratori trovare una soluzione,una via di uscita in questa triste storia.Purtroppo,questo è il frutto di una mala politica trentennale che ha messo in ginocchio varie amministrazioni pubbliche.Non è solo un caso buterese.DAPO 1944.
10 ottobre 2013
Scrivi commento

Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.


busy