Home arrow Archivio Notizie arrow Scippano anziana: presi tre gelesi
NEWS
Menu
Home
Archivio Notizie
Forum
Chat
Galleria Fotografica
Galleria dei Video
Annunci e Inserzioni
Messaggeria Privata
Download
La Community
Siti amici
Contatta lo Staff
Avviso | Chiudi
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
 

Cultura e Tradizioni
La Storia
Chiese e Monumenti
I Riti Religiosi
In giro per Butera
Ricette Tipiche Locali
Utility e Svago
Giochi
Bollo Auto, Codice Fiscale
Indirizzi e Numeri Utili
Elenco Telefonico
Butera dal satellite
Mappa Stradale di Butera
Buteraweb.it TV
Attivita' Commerciali
Libro degli Ospiti
Web Radio
Atti Comunali
Chi e' online
Abbiamo 6 visitatori online
Nessun utente online



Scippano anziana: presi tre gelesi PDF Stampa E-mail
Tratto da "La Sicilia, ed. Caltanissetta del 5 Ottobre 2007

SCIPPANO ANZIANA: PRESI 3 GELESI
L’hanno seguita dopo la riscossione della pensione all’ufficio postale di Butera

BUTERA. Sono tre gelesi i responsabili della rapina da 300 euro consumata ieri mattina ai danni di una pensionata di 73 anni, Nunzia Boccadifuoco, privata della pensione all’uscita dall’ufficio postale dai tre "trasfertisti" ai quali un gruppo di cittadini buteresi prima ed i carabinieri poi non hanno concesso alcuna via di scampo. Sono stati intercettati e bloccati sulla Sp 8, sulla strada di casa, e tratti in arresto per rapina in concorso.
Di questa accusa dovranno rispondere Angelo Rinella, 47 anni; Calogero Cavaleri, di 27; ed il minore Emanuele S., di 17 anni. Del terzetto, solo il minore è incensurato. Rinella ha precedenti per associazione mafiosa, rapina e reati contro la persona; mentre nel passato di Cavaleri figurano reati contro il patrimonio. La giornata di "lavoro" dei tre era cominciata presto, quando da Gela a bordo della Volkswagen "Golf" di Rinella avevano raggiunto la vicina Butera con il chiaro obiettivo di racimolare denaro ai danni di qualche cittadino del luogo. Perciò si sono appostati nei pressi dell’ufficio postale di piazza Dante per scegliere la vittima da "ripulire". Nel loro mirino è finita la Boccadifuoco, pedinata fino all’ingresso della sua abitazione, sita in via Sillitti, dal minore e da Cavaleri. Rinella li attendeva in macchina. La pensionata si accingeva ad aprire la porta d’ingresso quando è incappata nella violenza dei due malviventi che l’hanno aggredita alle spalle, le hanno tappato la bocca per scongiurare il pericolo che con le sue urla potesse attirare l’attenzione di qualcuno e - come se non bastasse - l’hanno strattonata a terra, privandola dei 300 euro della pensione appena riscossa. Le precauzioni adottate, non sono servite molto ai malviventi. La scena, infatti, non è passata inosservata tra alcuni cittadini ed un vigile urbano che hanno notato i tre all’atto di darsi a precipitosa fuga a bordo della Golf. Il tempestivo allarme lanciato al centralino dei carabinieri della stazione di Butera non ha lasciato via di scampo alla banda. Le ricerche dei carabinieri di Butera, coadiuvati dai colleghi della Compagnia di Gela, sono giunte ad una svolta poco dopo, quando il terzetto è stato intercettato sulla Sp 8 mentre, a bordo della Golf alla cui guida c’era Rinella, cercava di raggiungere Gela. I tre sono stati bloccati e, nel corso della erquisizione sono stati trovati in possesso dei 300 euro, tutti in banconote da 50, razziati a Nunzia Boccadifuoco. La somma è stata recuperata e restituita alla vittima. Il terzetto, inoltre, possedeva altri 500 euro: I carabinieri non escludono che l’abbiano razziata ad altre vittime nel corso di altre rapine consumate nel circondario. Per le escoriazioni riportate, la Boccadifuoco è stata trasportata all’ospedale "Vittorio Emanuele" di Gela. Ne avrà per pochi giorni, ma difficilmente potrà rimuovere dalla sua memoria quei brutti momenti che le hanno causato un forte choc.
D. V.
Commenti (0)add
Scrivi commento

Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.


busy