Home arrow Archivio Notizie arrow Regolamento della Tares così gli sconti
NEWS
Menu
Home
Archivio Notizie
Forum
Chat
Galleria Fotografica
Galleria dei Video
Annunci e Inserzioni
Messaggeria Privata
Download
La Community
Siti amici
Contatta lo Staff
Avviso | Chiudi
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
 

Cultura e Tradizioni
La Storia
Chiese e Monumenti
I Riti Religiosi
In giro per Butera
Ricette Tipiche Locali
Utility e Svago
Giochi
Bollo Auto, Codice Fiscale
Indirizzi e Numeri Utili
Elenco Telefonico
Butera dal satellite
Mappa Stradale di Butera
Buteraweb.it TV
Attivita' Commerciali
Libro degli Ospiti
Web Radio
Atti Comunali
Chi e' online
Abbiamo 10 visitatori online
Nessun utente online



Regolamento della Tares così gli sconti PDF Stampa E-mail
Fonte: "Giornaleonline.lasicilia.it", Ed. di Caltanissetta del 26 Ottobre 2013, pag.31

Regolamento della Tares così gli sconti


Butera. c. l.) Prevede diversi importanti aspetti il regolamento comunale per l'applicazione del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (Tares) recentemente approvato all'unanimità in consiglio comunale. Nel regolamento, in particolare, il Comune, nell'ambito della disciplina delle riduzioni tariffarie e di eventuali esenzioni, ha facoltà di prevedere riduzioni tariffarie, nella misura massima del trenta per cento, nel caso di abitazioni con unico occupante. L'eventuale riduzione potrà anche riguardare le abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo, nonché locali, diversi dalle abitazioni, ed aree scoperte adibiti ad uso stagionale o ad uso non continuativo, ma ricorrente.
Le riduzioni potranno anche essere applicate ad abitazioni occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi all'anno, all'estero o anche a fabbricati rurali ad uso abitativo.
E' anche prevista la riduzione per quelle utenze domestiche che abbiano avviato il compostaggio dei propri scarti organici. La riduzione, in questo caso, è subordinata alla presentazione di apposita istanza, attestante di aver attivato il compostaggio domestico in modo continuativo nell'anno di riferimento e corredata dalla documentazione attestante l'acquisto dell'apposito contenitore. Il tributo, inoltre, è dovuto nella misura del 20% della tariffa nei periodi di mancato svolgimento del servizio di gestione dei rifiuti o interruzione del servizio per motivi sindacali o per imprevedibili impedimenti organizzativi che abbiano determinato una situazione riconosciuta dall'autorità sanitaria di danno o pericolo alle persone o all'ambiente. Il regolamento avrà valore retroattivo dal 1 gennaio di quest'anno.
Commenti (0)add
Scrivi commento

Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.


busy