Home
NEWS
Menu
Home
Archivio Notizie
Forum
Chat
Galleria Fotografica
Galleria dei Video
Annunci e Inserzioni
Messaggeria Privata
Download
La Community
Siti amici
Contatta lo Staff
Avviso | Chiudi
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
 

Cultura e Tradizioni
La Storia
Chiese e Monumenti
I Riti Religiosi
In giro per Butera
Ricette Tipiche Locali
Utility e Svago
Giochi
Bollo Auto, Codice Fiscale
Indirizzi e Numeri Utili
Elenco Telefonico
Butera dal satellite
Mappa Stradale di Butera
Buteraweb.it TV
Attivita' Commerciali
Libro degli Ospiti
Web Radio
Atti Comunali
Chi e' online
Abbiamo 2 visitatori online
Nessun utente online
Le vostre ultime foto

 

 

 

 



Ultimi video inseriti
Butera Sicilia
Butera Sicilia
Butera Sicilia

Da anni porta fiori ai bambini mai conosciuti PDF Stampa E-mail
Fonte: "Giornaleonline.lasicilia.it", Ed. di Caltanissetta del 8 Novembre 2013, pag.33

Porta i fiori ai bimbi mai conosciuti
La storia del pensionato che periodicamente rende omaggio alle salme dei neonati tumulate al cimitero


Butera. Una vicenda all'insegna della bontà e della solidarietà. E' quella di Stefano Firenze, un anziano buterese che da un po' di tempo a questa parte si occupa del decoro e della pulizia, nel cimitero comunale, di quell'area nella quale si trovano le fosse nelle quali sono stati seppelliti i bambini morti in tenera età. Un'opera di pietà umana, ma anche di affetto verso chi è seppellito in quelle fosse ed è senza un nome. Stefano Firenze, ex macellaio in pensione, quei bambini non li ha mai conosciuti, eppure, ogni settimana porta loro i fiori, sistema quella nuda terra che li accoglie e si sofferma con una preghiera.
Una vicenda tanto incredibile quanto lodevole che, sino a qualche giorno, nessuno conosceva e della quale s'è accorto padre Aldo Contraffatto. Il parroco di Maria Ausiliatrice, nei giorni scorsi, in occasione della recente festività dei defunti aveva notato, lui come tanti altri buteresi, che nel settore riservato alla sepoltura dei bambini, c'era della terra smossa con tanto di fiori freschi. Chi aveva provveduto a tanto?
Era l'interrogativo che circolava con una certa insistenza tra i buteresi, tanto che c'era stato chi aveva ipotizzato che a Butera potessero aver portato salme di bambini vittime del naufragio per essere sepolte all'interno del suo cimitero comunale. Invece niente di tutto questo: Invece la verità è andata oltre ogni immaginazione facendo emergere una storia di bontà che ha veramente commosso».
Stefano Firenze ha fatto qualcosa di encomiabile: un'opera meritoria di volontariato al servizio di chi non c'è più ed ha diritto ad un fiore e ad una preghiera. E' stato l'ex macellaio a dedicarsi spontaneamente a curare e pulire l'area del cimitero nella quale sono seppelliti i bambini. Quell'area il pensionato buterese l'ha adottata spontaneamente facendone uno spazio di solidarietà, preghiera e pietà umana. Un gesto di grande bontà che ha emozionato l'intera comunità buterese.
«Personalmente - ha concluso Padre Aldo - l'ho ringraziato per questo gesto verso i bambini forse un pò dimenticati; una dimostrazione che a Butera è sempre viva e accesa la fiaccola della bontà e della solidarietà». E chissà che, Stefano Firenze non possa essere premiato in occasione del tradizionale Premio Bontà Don Bosco che ogni anno viene assegnato dalla stessa parrocchia. C. L.
Commenti (0)add
Scrivi commento

Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.


busy
 
 
Sondaggi
Quale aspetto si dovrebbe maggiormente curare?
 
Chi è in Chat
Toolbar
Scarica la Toolbar di Buteraweb.it
Ultimi Commenti
Inaugurata “Piazza Butera” ...
nel 2017 ad agosto sono stato a gevelsberg ....in piazza butera ..dopo 45 anni ...era il mio sogno d...
Labbate: «non ho mai fatto ...
Sono stato a geversberg a agosto 2017 la piazza butera mi sembrava molto piu' grande a vederla da ...
Sdegno e rabbia per l’uccis...
mi chiedo perchè non veniva affrontato senza legarlo? solo i codardi lo sanno.
Sdegno e rabbia per l’uccis...
Non ho parole per descrivere quello che sento,anche se la notizia e` stata publicata mesi fa l`idea ...
Gli ultimi download
Un articolo a caso
Statistiche
1536 registrati
0 oggi
0 ieri
0 questa settimana
0 questo Mese
Buteraweb.it Partners