NEWS
La strage silenziosa delle Rsa

RepTv

Zaia furioso: "In Grecia non ci vedono più"

La Crew Dragon si distacca: parte l'applauso Nasa  

Sul treno appare il graffito in onore di George Floyd
Menu
Home
Archivio Notizie
Forum
Chat
Galleria Fotografica
Galleria dei Video
Annunci e Inserzioni
Messaggeria Privata
Download
La Community
Siti amici
Contatta lo Staff
Avviso | Chiudi
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
 

Cultura e Tradizioni
La Storia
Chiese e Monumenti
I Riti Religiosi
In giro per Butera
Ricette Tipiche Locali
Utility e Svago
Giochi
Bollo Auto, Codice Fiscale
Indirizzi e Numeri Utili
Elenco Telefonico
Butera dal satellite
Mappa Stradale di Butera
Buteraweb.it TV
Attivita' Commerciali
Libro degli Ospiti
Web Radio
Atti Comunali
Chi e' online
Abbiamo 6 visitatori online
Nessun utente online



Cagnolino abbandonato salvato da studenti PDF Stampa E-mail
Fonte: "Giornaleonline.lasicilia.it", Ed. di Caltanissetta del 21 Maggio 2015, pag.30

Un cagnolino abbandonato salvato dagli studenti di Butera


Butera. Senza l'aiuto di alcuni studenti che erano su un autobus che si è fermato per rifornirsi di carburante, probabilmente, a quest'ora, sarebbe morto. Invece, proprio grazie a quella variazione in corso d'opera, è stato possibile salvargli la vita in extremis. E' la vicenda di un cucciolo di cane, di colore nero, che alcuni studenti pendolari buteresi sono riusciti a salvare. I ragazzi, scesi dall'autobus, hanno infatti udito un flebile lamento provenire da un sacco bianco gettato ai bordi della strada. A quel punto, incuriositi, hanno aperto il sacco e vi hanno trovato all'interno quel piccolo cucciolo pieno di zecche e quasi morente.
Stando attenti alle zecche, hanno messo il cagnolino in una scatola e hanno attivato un vero e proprio tam tam facendo sapere del ritrovamento del cane in modo da vedere se ci fosse qualcuno che potesse attivarsi per salvarlo da morte certa. Padre Aldo Contraffatto, parroco della Chiesa Maria Ausiliatrice, venuto a conoscenza del ritrovamento, s'è subito attivato.
E alla fine c'è riuscito in quanto una persona ha dapprima contattato un veterinario, dopo di che ha provveduto a pulire e a liberare dalle zecche il cucciolo nero che, qualora nessuno si fosse accorto della sua presenza dentro quel sacco abbandonato, avrebbe rischiato di fare una brutta fine. Invece, la persona che ha deciso di prendersene cura, lo ha rifocillato e lo sta temporaneamente tenendo a casa, mostrando una sensibilità ammirevole rispetto a chi, invece, quel povero cane lo ha abbandonato senza farsi scrupolo alcuno. C. L.
Commenti (0)add
Scrivi commento

Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.


busy