NEWS
La strage silenziosa delle Rsa

RepTv

Zaia furioso: "In Grecia non ci vedono più"

La Crew Dragon si distacca: parte l'applauso Nasa  

Sul treno appare il graffito in onore di George Floyd
Menu
Home
Archivio Notizie
Forum
Chat
Galleria Fotografica
Galleria dei Video
Annunci e Inserzioni
Messaggeria Privata
Download
La Community
Siti amici
Contatta lo Staff
Avviso | Chiudi
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
 

Cultura e Tradizioni
La Storia
Chiese e Monumenti
I Riti Religiosi
In giro per Butera
Ricette Tipiche Locali
Utility e Svago
Giochi
Bollo Auto, Codice Fiscale
Indirizzi e Numeri Utili
Elenco Telefonico
Butera dal satellite
Mappa Stradale di Butera
Buteraweb.it TV
Attivita' Commerciali
Libro degli Ospiti
Web Radio
Atti Comunali
Chi e' online
Abbiamo 8 visitatori online
Nessun utente online



Il sindaco Casisi: «No al consorzio catanese» PDF Stampa E-mail
Fonte: "Giornaleonline.lasicilia.it", Ed. di Caltanissetta del 28 Aprile 2015, pag.31

Il sindaco Casisi: «non vogliamo aderire al Consorzio di Catania»


Dopo la recente tappa di Mazzarino, una delegazione di Gelensis Populus si è recata nella vicina Butera per discutere di Liberi Consorzi di Comuni con il sindaco Luigi Casisi.
Dopo la disamina delle tante cose in comune tra Gela e Butera il comitato hanno evidenziato che «essere entrati tramite referendum nel Consorzio etneo è stato un espediente per far ritrovare tutti i comuni del territorio dentro uno stesso ente regionale. La tappa successiva sarà determinare un consorzio con Gela città capofila, che significa avere tutti i servizi a pochi passi da casa, quindi non a Catania e neanche a Caltanissetta, come erroneamente qualcuno pensa. Ecco perché Niscemi, Piazza Armerina, Gela e Caltagirone oggi vogliono stare insieme, e questa idea inizia ad interessare anche la città di Mazzarino».
Il sindaco Luigi Casisi ha voluto puntualizzare che lui potrebbe essere interessato ariaprire il dialogo con i comuni passati verso il Libero Consorzio di Catania, chesarebbe disposto a passare verso un Consorzio con Gela città capofila, ma di esserecategoricamente contrario ad aderire al Consorzio di Catania. «La normativa regionale deve essere chiara, se di Liberi Consorzi si parla, tali devono essere - ha detto Casisi - il consiglio comunale di Butera aveva deliberato di aderire al Consorzio di Catania, ma poi la cosa si è fermata li. Io non posso permettermi di affrontare le spese per organizzare un referendum».
Alla luce di questo secondo incontro, i componenti di Gelensis Populus ritengono cheil dialogo con Butera e Mazzarino debba essere riaperto.
Commenti (0)add
Scrivi commento

Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.


busy