A breve l’edizione 2011 di «Butera a tavola»
Fonte: "La Sicilia", ed. Caltanissetta del 18 Settembre 2011, pag. 45

Si mette a punto il programma dell’iniziativa «Butera a tavola»


Butera. In vista della quinta edizione della Sagra eno - gastronomica "Butera a tavola" che si svolgerà nei giorni del 30 settembre, dell’1 e del 2 ottobre, la Giunta comunale ha messo a punto il programma della manifestazione con le relative direttive e l’impegno di spesa.
Un appuntamento, quello della Sagra "Butera a Tavola" con il quale la Giunta Casisi intende promuovere il territorio e le sue potenzialità incentivandone la vocazione turistica attraverso la sponsorizzazione dei suoi prodotti tipici. Le ditte che intenderanno prendere parte alla sagra esponendo i propri prodotti in uno degli stand a loro disposizione dovranno versare alla tesoreria comunale 100 euro. La manifestazione anche quest’anno si svolgerà in piazza Dante- via San Rocco - via Aldo Moro e piazza Castello. Riguardo alla spesa complessiva da sostenere per la realizzazione della manifestazione, essa è stata quantificata in 12 mila euro.
Nello stesso tempo, è stato approvato da parte della Giunta il programma che è stato presentato dall’Associazione U.G.O. (Unione Giovani Ottimisti) di Butera. All’associazione sarà corrisposto un contributo di 6 mila euro per i servizi forniti, di cui 2.000 euro a titolo di acconto su somme rendicontate e la restante somma di 4.000 euro a presentazione di rendiconto finale corredato di documenti giustificativi delle spese sostenute sottoscritti dal legale rappresentante dell’Associazione per i servizi resi dalla stessa associazione.
Infine, la Giunta ha anche individuato in 2 euro il costo dei biglietti per degustare i prodotti tipici all’interno della sagra eno - gastronomica. Alla riscossione dei biglietti dovrà provvedere l’Associazione Ugo. Al termine della manifestazione, le somme ricavate dalla vendita dei biglietti, unitamente alle relative matrici, dovranno essere consegnate all’ufficio Suap del Comune che provvederà al loro versamento nelle casse comunali.
Commenti
... : Rosario
Mi chiedo come mai l'estensore di questo articolo ha sentito il bisogno di specificare così dettagliatamente la modalità della spesa sostenuta dal comune per questa manifestazione e non si è soffermato maggiormente a decantarne l'utilità di questa iniziativa e il ritorno turistico e commerciale che ne potranno trarre le aziende che vi partecipano e la citta di Butera. Possibile che la logica del sospetto debba superare la fiducia sui propri rappresentanti democraticamente eletti? Delle due una è la spiegazione: o si è scelto un voto di scambio o non si crede all'efficacia degli organi di controllo istituzionali che sono preposti al controllo dei conti pubblici, oppure tutte e due le cose? La politica del sospetto alla lunga non paga, crea l'immobilismo e/o il disimpegno dell'eletto, tanto per essere sicuri di non sbagliare. Allora forza invertiamo la tendenza, votiamo chi in coscienza crediamo siano in grado di governare e amministrare bene la cosa pubblica e smettiamola di rispettare il parente o l'amico. Giudichiamo in coscienza a fine mandato il loro operato. Con l'augurio di un ottimo e proficuo"Butera a tavola"
Rosario Russo
20 settembre 2011
... : gaetano1
Condivido pienamente quanto espresso da Rosario nel suo ottimo intervento.
Non è da molto che m’interesso di Butera e della vita sociale e politica del nostro paese, poiché ho scoperto Buteraweb solo da pochi mesi.
Naturalmente e doverosamente ho cercato, partendo da vecchissimi post di farmi un’idea delle opinioni dei buteresi.
Purtroppo devo costatare, che alcuni interventi trasudano d’astio e sono molto lontani dalla normale contrapposizione ideologica e diversa visione nell’affrontare e risolvere i vari problemi.
Contrapposizione che deve essere sempre costruttiva, fatta con onestà intellettuale e non per tornaconto personale, ma come servizio verso la cittadinanza.
Per crescere sempre di più è essenziale, combattere e abbandonare definitamene, la nefasta logica del piacere e della raccomandazione, la quale rafforza gli avventurieri della politica e spunta l’arma della democrazia.

Un buterese emigrato.
Gaetano Fiore

20 settembre 2011

busy